CIAO MARIO!

Link Intervista Monicelli                                                                    

Ciao Mario!                                                                                             

“in Italia ci vorrebbe una rivoluzione”

comunicato del volantinaggio di sabato 27 alla Billa di Mazzo

Sabato 27 Novembre un gruppo di lavoratori/ici e compagni/e hanno presidiato e volantinato davanti alla Billa di Mazzo di Rho nell’ambito della campagna di boicottaggio che da Lunedì  22 Novembre è iniziata a sostegno della vertenza in corso nel magazzino di Lacchiarella, dove la cooperativa CLO (cooperativa lavoratori ortomercato)  ha in appalto da parte di Billa lo smistamento delle merci che riforniscono i punti vendita.   Continua a leggere

COMUNE VS. LUMINARIE NATALIZIE…

Sebbene i diritti fondamentali di cui sono privati i migranti e i lavoratori vanno ben oltre le luminarie multilingue di Natale, quello che vede protagonista l’assessore all’arredo urbano Cadeo è solo l’ultimo episodio di una serie di strumentalizzazioni politiche compiute dall’amministrazione comunale di Milano e dall’opposizione sulla pelle di chi in via Padova ci vive e lavora. Tutto nel nome delle parole chiave sicurezza e integrazione.

Continua a leggere

CAMPAGNA DI BOICOTTAGGIO della BILLA

 In merito alla campagna di BOICOTTAGGIO della BILLA
Ivitiamo a partecipare:
Sabato 27  ore 10.30 davanti alla BILLA di Mazzo di Rho.  Via Ghandi 21

SABATO 27 novembre ore 16,00                                        presidio davanti alla Billa di via dei Missaglia 70 Milano

Continua a leggere

POLIZIA E CARABINIERI CARICANO I LAVORATORI A LACCHIARELLA – BOICOTTA LA BILLA!

Venerdì 20 novembre alle ore 3.00 si è svolta la terza giornata di sciopero con blocco delle merci in entrata e in uscita, nel centro logistico dei supermercati Billa a Lacchiarella.

Dopo i due scioperi molto positivi effettuati ad Ottobre, la Billa e la CLO hanno schierato polizia e carabinieri, che asserviti a difesa dei profitti padronali, nella mattina di Sabato hanno caricato duramente il picchetto dei lavoratori, impedendo di fatto lo sciopero.

Continua a leggere

PIAZZA DELLA LOGGIA – INGIUSTIZIA E’ FATTA!

Piazza della Loggia sarà l’ennesima strage di stato a rimanere impunita. La sentenza del 16 Novembre emessa dalla Corte d’Assise  di Brescia, che assolve i vari Zorzi, Maggi, Rauti, Tramonte e Delfino, mandanti ad esecutori materiali della strage, ha la funzione di assolvere lo stato stesso e lasciar cadere nel dimenticatoio questa pagina nera della storia d’Italia.

Le implicazioni di servizi segreti e forze dell’ordine dimostrano come fu lo Stato stesso a commissionare ai fascisti di Ordine Nuovo la strage che provocò 8 morti e 102 feriti, con lo scopo di fermare il forte movimento proletario che stava ottenendo successi scomodi al capitale.

Oggi come ieri solo la mobilitazione e la lotta possono rappresentare una risposta concreta alle politiche che attraverso la paura hanno il fine di dividere e discreditare il fronte popolare dei lavoratori, degli studenti, dei migranti e di tutti coloro che opponendosi a questo sistema vogliono creare una società più giusta e più libera.