[VERTENZA COOP ALA] occupato il consiglio comunale di Bollate

Questa sera i lavoratori della coop. Ala di Bollate insieme ad altre realtà del territorio, si sono presi la parola nell’aula del consiglio comunale di Bollate, dopo avere cantanto Bella ciao durante l’inno nazionale hanno espresso le loro ragioni rispetto all’iniziativa.

Il consiglio comunale è stato obbligato dai lavoratori a farsi carico di un’intervento sulla coop. per cercare di ristabilire la legalità, settimana prossima faremo un’ulteriore incontro con dei rappresentanti del consiglio comunale per verificare se l’impegno preso sia stato rispettato.

La lotta prosegue fino al reintegro dei licenziati, Venerdì in previsione  dell’incontro in prefettura ci sarà un presidio in corso monforte alle 10.30.                                                      Invitiamo a partecipare.

S.I. Cobas – Collettivo la Sciloria – Sinistra Critica  Milano                                                                                                                                                                      Sotto riportiamo il volantino che spiega le ragioni dell’iniziativa…

Continua a leggere

Annunci

VENERDI’ 21 SETTEMBRE ORE 17.30 PRESIDIO ANTIFASCISTA A LEGNANO

VENERDI’ 21 SETTEMBRE dalle 17.30 saremo anche noi al presidio indetto dalla rete antifascista nord-ovest Milano nel quartiere San Paolo , davanti alla chiesa Ponzella ( via Parma ) per manifestare contro il previsto corteo organizzato contro i rom dal movimento fascista Fiamma tricolore.                            Sotto pubblichiamo  il volantino della rete e un nostro contributo sull’antifascismo.

Continua a leggere

UNA LOTTA DI TUTTI!

A Bollate in provincia di Milano, dal Giugno scorso i lavoratori della coop. Ala portano avanti una vertenza per i diritti basilari, la dignità, il rispetto  del contratto nazionale, un giusto salario e per la cessazione di ruberie in busta paga, minacce e vessazioni dai caporali.                                         Questa vertenza si inserisce nel ciclo di lotte delle coop. che da anni si succedono in Lombardia e Emilia. Anche in questo caso i protagonisti sono lavoratori migranti che nonostante l’estrema situazione di ricatto che li attanaglia hanno deciso di organizzarsi per dire basta allo sfruttamento.

Continua a leggere

COOPERATIVA ALA DI BOLLATE: CONTINUANO I LICENZIAMENTI E GLI INTERVENTI DEI CARABINIERI PER INTIMIDIRE I LAVORATORI

Questa mattina Mercoledì 5 Settembre i caporali della coop ala, Lorenzo Giavara e Vito Cippone con l’assenso della presidente della coop. Anna Fragonara , hanno mandato 6 lettere di licenziamento ad altrettanti lavoratori colpevoli di avere scioperato contro le condizioni di schiavitù a cui sono stato costretti da anni.

Quando parliamo di schiavitù non facciamo demagogia, perché questi lavoratori erano realamente ridotti in tale situazione .

Due anni fa sono stati assunti dopo una prova di 6 mesi a condizioni lavorative fuori da ogni legalità: percepivano 3 euro per 12 ore di lavoro al giorno, venivano vessati e aggrediti dai caporali , non avevano ferie,malattia ed erano privi di ogni dispositivo di sicurezza .

Continua a leggere

PRESENTAZIONE DEL LIBRO: SULLA PELLE VIVA – VENERDI’ 14 SETTEMBRE – ORE 21

VENERDI’ 14 SETTEMBRE Presentazione del libro :

SULLA PELLE VIVA – La lotta autorganizzata dei braccianti di Nardò

Intervengono:
NIVES SACCHI – Brigata solidarietà attiva e coautrice del libro

LAVORATORI DELLACOOP.ALA DI BOLLATE – In lotta da due mesi contro le condizioni di schiavitù,caporalato e lavoro nero.

Ore 21 ,AUDITORIUM,                     Rho via Meda, 20

 

 

Nell’estate del 2011 circa 400 braccianti agricoli di origine africana, ospitati nella Masseria Boncuri a Nardò (Lecce),    hanno scioperato per quasi due settimane. In Italia, si è trattato del primo sciopero autorganizzato di lavoratori stranieri della terra, contro un sistema di sfruttamento basato sul caporalato, per il rispetto del contratto provinciale e per essere assunti direttamente dalle aziende.

Continua a leggere