26-11 – FESTA PER I 5 ANNI DELLA CORTE POPOLARE!

festa-corte

SABATO 26 NOVEMBRE

FESTA PER I 5 ANNI DELLA CORTE POPOLARE

 

Ore 17.00 – Presentazione del libro:

“MAI SENZA RETE”
12 racconti per la salute e la sicurezza sul lavoro.

con la partecipazione di Cristian Giodice (uno degli autori)

 

Ore 20.00 – CENA POPOLARE (10 euro)

Menù di Compleanno:
– Crostini toscani (con i fegatini)
– Polenta e Bruscitt
– Strudel con le mele di Janes (Val di Non)

Menù vegetariano:
– Fagottini con fichi e roquefort e Crostino con lenticchie
– Lasagne zola e radicchio
– Strudel con le mele di Janes (Val di Non)

Su prenotazione a lasciloria@yahoo.it
(menù vegetariano su richiesta)

 

Ore 22.00 – Concerto con i:

LINEA (Combat Rock)

 

Vi Aspettiamo alla CORTE POPOLARE di Rho
Via Umbria n.8 (Loc. Biringhello)
www.collettivolasciloria.org

 

Per saperne di più sul libro e la band cliccate quì

MAI SENZA RETE
12 Racconti per la salute e la sicurezza sul lavoro

42_mai-senza-retesito

“La salute non è tutto, senza la salute tutto è niente”. Così hanno scritto sui muri del centro storico i lavoratori di Taranto, città martire della nocività del lavoro. Non l’unica. In Italia nel 2015 sono arrivate all’Inail 1172 denunce di infortuni mortali: 878 sul posto di lavoro, le altre nel tragitto tra casa e lavoro. Ogni settimana muoiono, lavorando, più di 22 persone e la tendenza è in peggioramento. Ma l’enorme numero di morti rappresenta solo la parte più dolorosa e visibile di disagi e sofferenze, incidenti, malattie, sfruttamento.

Ci si interroga sul senso stesso della parola progresso se nel nostro paese nel 2016 è possibile rischiare così tanto per lavorare, per guadagnarsi da vivere; morire di tumore lavorando in fabbrica, morire di sete e di fatica nei campi, morire cadendo dalle impalcature o per le esalazioni tossiche in assenza di minime regole di sicurezza.

È una guerra di cui pochi parlano. Rete Iside ha deciso di cogliere la sfida, affrontando il tema in maniera ampia, per diffondere una cultura della sicurezza che superi una visione legata esclusivamente alle politiche del lavoro coinvolgendo invece tutta la comunità, dentro una prospettiva di diritti di cittadinanza.

Così Rete Iside ha deciso di trovare le parole per rompere questo silenzio chiedendo a tredici importanti autori – Simona Baldanzi, Mauro Baldrati, Gian Luca Castaldi, Collettivo Sabot, Annamaria Fassio, Cristian Giodice, Marco Martucci, Alessandro Pera, Alberto Prunetti, Giacomo Pisani, Christian Raimo, Paola Staccioli e Pia Valentinis – di raccontare con parole e immagini e sensibilità diverse il mondo del lavoro, le difficoltà, la fatica, i rischi per l’incolumità e la salute, l’emarginazione, la frustrazione.

Un libro che parla non solo dunque il linguaggio abituale e legittimo delle rivendicazioni e delle denunce ma la lingua del racconto, della vita quotidiana, della creatività, della fantasia. E attraverso questa disegna una moderna Odissea su e giù per il nostro paese, nei luoghi dello sfruttamento e del lavoro: da Taranto a Milano, passando per Caserta, Roma, Prato, Piombino, Bologna, Milano, tra fabbriche e call center, cantieri e trasporti.

Mai senza rete non è un prodotto letterario tradizionale; vuole soprattutto essere un tassello di una campagna civile per aprire una discussione sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I proventi della vendita del libro e i diritti d’autore saranno interamente devoluti a sostegno del progetto lavoroinsicurezza.org-mai senza rete.

Dal 28 aprile, giornata Mondiale per la Sicurezza sul Lavoro partirà per l’Italia un carovana di presentazioni, discussioni e incontri per riportare l’attenzione della società su questo tema decisivo, per promuovere una grande campagna civile che porti a risultati concreti, a cambiare il clima generale nei luoghi di lavoro, a pretendere l’applicazione delle misure di sicurezza e a promuoverne altre che aumentino le tutele.

maisenzarete@gmail.com

——————————————————————-

LINEA Combat Rock

12140119_10153241649766297_6356381582127113837_o

La Band dei LINEA si è formata sul finire degli anni 80 a San Giuliano Milanese (MI) sulla scia di comuni esperienze musicali che affondavano le radici nella musica punk-new wave britannica.
I Clash sono stati in particolare la band ispiratrice sia per il sound espresso che per i contenuti sociali dei loro testi.
 La loro capacità di fondere insieme generi apparentemente diversi, riportandoli tutti all’interno della personalità e dell’identità del gruppo è un elemento che ha stimolato il modo di fare musica della Band.
Nel corso di questi anni lo stile, una miscela di rock, ska, reggae e sane contaminazioni punk e R’n’R, si è affinato fino a rendersi più personale e maturo.

Il sound, volutamente privo di qualsiasi “interferenza” elettronica, risulta energico, diretto, coeso, riuscendo a non perdere mai il contatto con la melodia.
I testi, tutti in italiano, si sforzano di affrontare temi sociali e personali, dando la priorità alla realtà di vita e alle esperienze vissute direttamente.

Dopo anni di demotape autoprodotte e partecipazioni a compilation, nel gennaio del 2000 vede l’uscita il primo album “In cammino”, pubblicato su etichetta Iktus Record, Album che viene recensito ottimamente dalla stampa specializzata.
Nel novembre 2004, è il momento di “Frontiera” con 12 brani di puro ed energico Combat Rock suonato col cuore e con la passione di chi fa della musica, il proprio “Ossigeno” dell’anima.
 Pubblicato su etichetta propria in perfetto stile DIY, con la “Casbah Records”.

E’ il singolo (“Ossigeno”) che trova spazio radiofonico per la rotazione su diverse radio del circuito indipendente italiano
Nel febbraio 2008 esce “Terra libera”, finalmente un nuovo disco con 12 pezzi nuovi, maturi, suonati sempre con grande attitudine e personalità e testi di attualita’ come “Luce sul cantiere” e lo stesso “Terra Libera” che gli fara’ guadagnare il riconoscimento all’impegno sociale dal network Punkadeka.it al Meeting delle Etichette Indipendenti – MEI 2008 di Faenza
“Terra Libera” viene pubblicato su etichetta Business Low Cost Company, piccola nascente Label Indipendente gia’ P.O.T.A. Rec.
Le esperienze live sono numerose (centri sociali, Music Live, piccoli e grandi Club in tutta Italia, festival etc etc… I LINEA sono anche vincitori di Scorribande nella edizione 1989).

Partecipano per ben 4 volte al “Tributo Italiano a JOE STRUMMER” ed al Cd Live uscito per la prima edizione 2004.

 Nel maggio 2007 sono stati invitati alla seconda edizione dello “STRUMMERCAMP”, manifestazione in memoria di JOE STRUMMER che si tiene ogni anno a Manchester (UK) e non ultimo il 3 Marzo 2009 il Live al leggendario CAVERN di Liverpool (UK) e la condivisione del palco con con i LOS MONDO BONGO (Ex Mescaleros – band dell’ultimo periodo di JOE STRUMMER) insieme a Mike Peters (The Alarm), Pablo Cook & Smiley (The Mescaleros), Derrek Forbes (Simple Minds), Steve Harris (Gary Newman), Ray Gange (dal film “Rude Boy”).

I LINEA hanno condiviso il palco con diverse band molto vicine al loro modo di vivere e sentire la musica, fra le quali, Banda Bassotti, Rappresaglia, Crooks, Klaxon, The STAB, Los Fastidios, FFD, Malavida, Movement (Danimarca), S.L.F. (Irlanda) e ancora i capostipiti ed Italianissimi The GANG dei Fratelli Severini…e tante altre ancora.

——————————————————————-

VENITE A FESTEGGIARE CON NOI!!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...