Appello ai singoli lavoratori, disoccupati, precari, cassaintegrati e alle realta’ organizzate del territorio Rhodense, per la partecipazione all’assemblea del 27 Giugno sulla contro-riforma del lavoro.

E’ ormai evidente come il governo Monti, al servizio di banche e padroni, stia mettendo in pratica politiche che colpiscono esclusivamente la classe lavoratrice togliendo diritti e abbassando i salari. Esemplare in questo senso il testo della contro-riforma firmata Monti e Fornero che sarà approvata, con ogni probabilità, nelle prossime settimane.

L’ennesima riforma del lavoro nelle sue misure più dirette andrà a tagliare in maniera pesante gli ammortizzatori sociali, normalizzerà ulteriormente la precarietà rendendo vane anche le cause legali, eliminerà inoltre’ l’articolo 18 dello statuto dei lavoratori rendendo tutti licenziabili.

In un quadro che vede la crisi strutturale del modo di produzione capitalista acuirsi e la tanto desiderata ripresa economica ferma, i governi e i padroni per salvaguardare i loro profitti non hanno altra strada che bastonare i lavoratori. Abbiamo già visto in questi anni un abbassamento notevole dei salari a favore di un aumento dei profitti delle aziende, allo stesso modo dobbiamo leggere i dati recentemente usciti che vedono i lavoratori pagare più tasse di tutte le altre fasce sociali.

Quindi, se da una parte assistiamo alla distruzione di forza lavoro con licenziamenti di massa e delocalizzazioni in parti del mondo dove la forza lavoro costa meno, dall’altra assistiamo a un’intensificazione dello sfruttamento di chi lavora attraverso la flessibilita’, l’aumento della giornata lavorativa, la perdita dei diritti e la riduzione del salario.

che fare?

Questa domanda non ha per noi risposte facili e immediate, non esistono formule o ricette per affrontare la situazione odierna.

Siamo peroò convinti, ora più che mai, che l’unica soluzione sia quella dell’incontro e del confronto, per ritrovare quell’unità di classe che forniva forza alle lotte.

In questo senso un segnale positivo ci giunge dalle lotte che i lavoratori (al 99% migranti) delle cooperative stanno intraprendendo in molti magazzini della logistica del nord Italia. La forza che questi lavoratori riescono a mettere in campo nasce proprio dalla solidarietà che esprimono nei confronti di tutte le lotte che si aprono in quel settore. E’ nato un coordinamento che li unisce e li porta a spostarsi in altre situazioni di lotta a sostenere concretamente le lotte dei loro compagni e colleghi di tutte le nazionalità, distruggendo così la trappola padronale del razzismo.

INVITIAMO A PARTECIPARE MERCOLEDI’ 27 GIUGNO ALLE ORE 21.00 ALL’ASSEMBLEA SULLA CONTRO-RIFORMA DEL LAVORO CON ALESSANDRO VILLARI (avvocato del lavoro),

L’ ASSEMBLEA HA PER NOI L’OBBIETTIVO DI INFORMARE E DI APRIRE UN CONFRONTO SULLE INIZIATIVE DA METTERE IN CAMPO SUL TERRITORIO , PER CREARE UN OPPOSIZIONE DI CLASSE AL GOVERNO DEI PADRONI!

ANCORA UNA VOLTA CI SENTIAMO DI DIRE SE NON ORA QUANDO?

PRESSOLA CORTE POPOLAREIN VIA UMBRIA 8 A RHO.

Mail : lasciloria@yahoo.it

www.lasciloria.noblogs.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...