PORTARE LA VALLE IN CITTA’! Mercoledì 23.05.2012 – h. 21,00 c/o sala conferenze Centrho (p.zza S. Vittore, Rho) Assemblea pubblica con esponenti del movimento No Tav in Val di Susa

Mercoledì 23.05.2012 – h. 21,00 c/o sala conferenze Centrho (p.zza S. Vittore, Rho) Assemblea pubblica con esponenti del movimento No Tav in Val di Susa

Organizzano: Associazione “Fuori Orario”, associazione culturale “Canaja”, collettivoLa Sciloria, Comitato No Expo, Rifondazione Comunista Nord-Ovest, S.I. Cobas, Sos Fornace

comunicato dell’iniziativa:

PORTARE LA VALLE INCITTA’!

Cosa succede in Val di Susa?

Negli ultimi mesi la lotta NO TAV della Val di Susa è stata portata  alla ribalta dalle cronache di televisioni e giornali nazionali.
L’informazione che passa da questi mezzi è però distorta e deviata,  per questo riteniamo indispensabile offrire un quadro reale di quello  che realmente sta succedendo nei territori della valle.

Da oltre 20 anni in Val di Susa la popolazione lotta contro il progetto della linea ferroviaria ad alta velocità (TAV), un’opera che lo stato sta imponendo con la forza militare e che favorirà soltanto le mafie e le lobby che si spartiranno i 20 miliardi previsti per la  realizzazione ma che nella pratica risulta oltre che dannosa anche  inutile, sotto tutti i punti di vista:

Ambientale, perché le montagne sono piene di amianto ed altre sostanze tossiche che si sprigionerebbero nell’aria. 

Infrastrutturale, in quanto non si è verificato il previsto aumento del passaggio di merci (20 milioni di tonnellate per il 2010) e persone su quella tratta, anzi, il traffico merci della linea ferroviaria

esistente è in costante calo e nel 2009 arrivava appena a 2,4 milioni di tonnellate.
Economico, visto che in passato le grandi opere si sono rivelate uno  spreco/furto di denaro pubblico da parte delle imprese a cui sono stati  appaltati i lavori, con il consenso dei governi di turno.

Quindi la domanda ci sorge spontanea: in un momento in cui il paese  affronta una forte crisi economica che i lavoratori e le classi sociali più deboli pagano con sacrifici sempre più grandi, quest’ opera è  realmente necessaria?  Oppure serve solo a fare ingrassare le lobby e la mafia, che con il  sostegno dello stato, fanno profitti con soldi pubblici speculando su  un’opera inutile?

Noi siamo certi che la risposta sia quest’ultima: il progetto Tav in  Val di Susa viene imposto con lo stesso meccanismo e gli stessi obbiettivi con cui si impongono tutte le grandi opere. Allo stesso modo la tratta Torino – Milano è costata circa 9 miliardi e mezzo di euro (77 milioni di euro al km) per solamente 9 treni al giorni (2 dei quali fermano in Fiera durante le manifestazioni fieristiche) ed è stata realizzata nonostante il Consiglio comunale di Rho abbia votato contro questa grande opera che sul nostro territorio serve solo alla Fiera e ad Expo.

Come sempre, l’obbiettivonon è il tanto decantato progresso a cui avranno accesso solo pochi eletti, ma è quello di fare profitti distruggendo interi territori  abbassando di conseguenza la qualità della vita dei cittadini che li vivono.

I soldi che si utilizzano per le grandi opere vanno investiti in maniera  tale da migliorare la vita dei cittadini, i 4 punti che indichiamo sotto  sono per noi le cose immediate da fare per portare sul nostro territorio un vero progresso:

– Fermare le grandi opere inutili come quelle legate ad Expo 2015 i cui
appalti sono in mano alle mafie.
– Rendere efficiente il trasporto pubblico e ridurre il costo del
biglietto.
– Sostenere i redditi dei disoccupati, di chi è in cassa integrazione o
mobilità, dei precari, dei pensionati e degli studenti.
– Finanziare i servizi sociali in modo da garantire il diritto alla
sanità e all’istruzione a tutti.

INVITIAMO I CITTADINI A PARTECIPARE ALL’INCONTRO CON GLI ABITANTI E
ATTIVISTI DELLA VAL DI SUSA CHE SI TERRA’ MERCOLEDI’ 23 MAGGIO ALLE
ORE 21 C/O LA SALA CONFERENZE DEL CENTRHO (p.zza S. Vittore, Rho).

PER CAPIRE DA CHI VIVE IN VAL DI SUSA COSA REALMENTE ACCADE IN QUEL
TERRITORIO  PER INFORMARSI SU COME VENGONO GESTITE TUTTE LE GRANDI OPERE E QUALI  EFFETTI HANNO SUI CITTADINI.

Durante l’incontro ci saranno presentati i dati reali dell’impatto
che avrà la TAV sul territorio e sulle vite dei cittadini della valle e
ci racconteranno con quale violenza lo stato attraverso i suoi apparati
militari cerca d’imporre le proprie decisioni alla popolazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...